Fibromialgia

Ci limitiamo a segnalare centri ospedalieri, medici, avvocati, ingegneri ed esperti nelle varie discipline senza la pretesa di essere esaustivi. L’elenco è stato compilato e viene aggiornato con i seguenti criteri:

  • I centri ospedalieri e gli ambulatori pubblici qui citati sono ricavati da fonti ufficiali (Gazzetta Ufficiale, Leggi Nazionali e Regionali, Delibere di Giunte Regionali, siti web delle Aziende ospedaliere) o sono segnalati da pazienti che ne hanno apprezzato il livello delle prestazioni fornite;
  • i medici, gli avvocati, gli ingegneri, gli agronomi, i chimici, i biologi e gli esperti nelle varie discipline sono inseriti a seguito di invio di curriculum e stipula di apposita convenzione con l’Associazione o su segnalazione di pazienti e clienti che hanno espresso giudizi di eccellenza e soddisfazione per le prestazioni e sempre dietro invio di curriculum da parte del professionista e stipula di apposita convenzione.

L’Associazione rimane estranea al rapporto professionale e contrattuale che nasce tra coloro che consultano questo sito web e le strutture ospedaliere, gli ambulatori ed i singoli professionisti e pertanto non assume alcuna responsabilità di nessun genere e tipo.

Indice (clicca sul link corrispondente)

Definizione di fibromialgia (FM)

La caratteristica predominante della FMS è Il dolore cronico muscoloscheletrico diffuso, ma è generalmente accompagnato da numerose altre disfunzioni multi-sistemicheFibro si riferisce al tessuto fibroso, mio si riferisce ai muscoli e algia si riferisce al dolore. Alla fibromialgia è assegnato il numero M79.0 ed è classificata come reumatismo non articolare nella Classificazione Internazionale delle Malattie (ICD) della Organizzazione Mondiale della Sanità. La FMS si inserisce nella categoria generica dell’ampio gruppo di sindromi dolorose dei tessuti extrarticolaridefinizione che implica che un processo sistemico coinvolge il sistema muscoloscheletrico globalmente. Convincenti prove di anomalie fisiologiche e biochimiche identificano la FMS come un distinto disordine clinico fisiopatologico.

Torna in alto

Epidemiologia

Secondo la Dichiarazione del Parlamento Europeo sulla Fibromialgia il 13 gennaio 2009 circa 14 milioni di persone nell’Unione europea e l’1-3% della popolazione mondiale soffrono di Fibromialgia. In Italia non esiste uno studio epidemiologico ufficiale. La fibromialgia non e’ riconosciuta in Italia al livello nazionale. Ha avuto un riconoscimento regionale solo nel Trentino: la Giunta Provinciale di Trento con deliberazione n. 239 del 12/02/2010 ”. Il codice di esenzione valido in provincia di Trento è: 046.729.0 e 046.729.1, con decorrenza 01/01/2010 e validità illimitata. La definizione della malattia è “mialgia e miosite non specificate”, in codice di esenzione è BZ 3.737.3

Torna in alto

Classificazione internazionale

Nome Malattia:     Fibromialgia

Codice Orphanet:  ORPHA41842

CODICE ICD10:       M79, Other soft tissue disorders, not elsewhere classified, e M79.O, Rheymathism, Unspecified-Fibromyalgia-Fibrositis.

Codice OMIM:       assente

UMLS                 C0016053

MESH                 D005356

MEDRA             10048439

 Data Base NORD:   assente

Data Base NIH:       assente

Torna in alto

Eziologia

Prima dell’insorgenza della FMS, la maggior parte dei pazienti conduce uno stile di vita sano e attivo. Esiste una consistente documentazione secondo cui un trauma fisico, particolarmente un colpo di frusta, o un trauma spinale, possano scatenare la FM in alcuni pazienti. Altri traumi fisici associati comprendono operazioni chirurgiche, strappi muscolari ripetuti, parti, infezioni virali e esposizione a sostanze chimiche. Una predisposizione genetica potrebbe essere sospettata quando più membri di una famiglia, separati tra loro, ne siano afflitti. Alcuni casi di FMS hanno un’insorgenza graduale con cause non evidenziabili.

Torna in alto

La diagnosi di Fibromialgia in Italia

Si basa sui criteri dell’American College of Rheumatology (ACR) del 1990 che prevedono la presenza di dolore muscoloscheletrico diffuso  da almeno 3 mesi associato a dolorabilità di almeno 11 dei 18 tender points. La diagnosi con queste linee guida e’ limitata in quanto non vengono presi in considerazione i sintomi neurologici e neuro cognitivi presenti nella fibromialgia. Il consenso canadese in questo caso e’ piu’ adatto per una diagnosi oggettiva e completa in cui oltre alle manifestazione reumatologiche infatti  vengono descritte   anche manifestazioni neurologiche e  neuro-cognitive, una persistente spossatezza reattiva accompagnata da ridotta resistenza fisica e mentale  che spesso interferisce con l’abilità del paziente al movimento, il tutto  spesso accompagnato da disturbi del sonno invalidanti  – manifestazioni autonomiche e/o neuroendocrine.

Torna in alto

Sintomi tratti da: The American College of Rheumatology 1990 Criteria for the Classification of FibromyalgiaSi

I due criteri del dolore alla palpazione (adottati dall’ American College of Rheumatology 1990 Criteria) sono:

  • Storia di dolore diffuso. Il dolore è considerato diffuso quando sono presenti tutti i seguenti elementi da almeno tre mesi:

Dolore in entrambi i lati del corpo

Dolore sopra e sotto la cintura ( compresa la zona lombo-sacrale)

Dolore alla colonna (tratto cervicale, torace anteriore, colonna toracica o lombare). Il coinvolgimento di spalle e gluteo conta per entrambe le parti del corpo. “Parte bassa” è il segmento inferiore.

  • Dolore alla palpazione digitale su almeno 11 o più dei seguenti tender points:

Occipitale (2) (inserzione del muscolo omonimo)

Cervicale (2) (spazi tra i processi traversi di C5-C7)

Trapezio (2) (nel punto di mezzo del margine superiore)

Sovraspinoso (2) (inserzione al margine scapolare mediale)

Seconda articolazione costo-condrale (2) (lateralmente)

Epicondilo laterale (2) (2 cm distalmente agli epicondili -nel muscolo brachioradiale)

Gluteo (2) (quadrante supero-esterno, parte anteriore del muscolo)

Grande troncatere (2) (posteriormente all’apofisi)

Ginocchio (2) (cuscinetto adiposo mediale prossimale alla rima articolare)

Torna in alto

Sintomi dal Consenso Canadese

Linee Guida per la FMS (2005 by Carruthers B.M. and van de Sande M.I.)

I due criteri del dolore alla palpazione (adottati dall’ American College of Rheumatology 1990 Criteria) sono uniti a Segni e Sintomi Clinici aggiuntivi per espandere la classificazione della FMS in una definizione operativa di caso della FMS.

Sintomi e segni clinici associati: In aggiunta al dolore e alla dolorabilità necessari per la classificazione della FMS, molti altri sintomi e segni clinici possono contribuire in modo importante alla severità della malattia per il paziente. Due o più di questi sintomi sono presenti nella maggior parte dei pazienti FMS nel momento in cui si rivolgono al medico. D’altro canto, non è comune per ogni singolo paziente FMS avere tutti i sintomi e i segni associati. Pertanto, la presentazione clinica della FMS può variare alquanto, e le caratteristiche del coinvolgimento possono eventualmente portare al riconoscimento di sotto-gruppi clinici della FMS. Questi sintomi e segni clinici associati non sono necessari per il riconoscimento della FMS ma sono tutti clinicamente importanti. Per queste ragioni, i seguenti sintomi e segni clinici sono specificati e descritti nel tentativo di estendere i criteri del dolore in una Definizione di Caso Clinico della FMS:

  • Manifestazioni neurologiche: le difficoltà neurologiche sono spesso presenti come iper o ipotonia muscolare, asimmetria e disfunzione muscolo-scheletrica che coinvolge muscoli, legamenti ed articolazioni; caratteristiche atipiche di “addormentamento” e formicolio; risposta anomala di contrazione muscolare; crampi muscolari, debolezza muscolare e fascicolazione. Spesso si verificano mal di testa, disturbi dell’articolazione temporo-mandibolare, debolezza generalizzata, disturbi percettivi, instabilità spaziale e fenomeni di sovraccarico sensoriale.
  • Manifestazioni Neuro-cognitive: le difficoltà neurocognitive sono generalmente presenti. Queste comprendono diminuzione della concentrazione e del consolidamento della memoria a breve termine, diminuzione della velocità di performance, incapacità per le attività multi-task, facilità alla distrazione e/o sovraccarico cognitivo.
  • Spossatezza: C’è una persistente spossatezza reattiva accompagnata da ridotta resistenza fisica e mentale, che spesso interferisce con l’abilità del paziente al movimento.
  • Disturbi del sonno: la maggior parte dei pazienti FMS soffrono di un sonno non ristoratore. Ciò èspesso accompagnato da disturbi del sonno compresi insonnia, frequenti risvegli notturni, miocloni notturni e/o sindrome delle gambe senza riposo.
  • Manifestazioni automiche e/o neuroendocrine: Queste manifestazioni comprendono aritmie cardiache, ipotensione autonomica, vertigini, instabilità vasomotoria, sindrome sicca, instabilità della temperatura corporea, intolleranza a caldo/freddo, disturbi respiratori, disturbi della motilità intestinale o vescicale con o senza sindrome dell’intestino irritabile o disfunzione vescicale, dismenorrea, perdita della adattabilità e della tolleranza allo stress, appiattimento emozionale, labilità e/o depressione reattiva.

 

Torna in alto

Vademecum del dolore

Storia di dolore diffuso. Il dolore è considerato diffuso quando sono presenti tutti i seguenti elementi da almeno tre mesi:

-Dolore in entrambi i lati del corpo

-Dolore sopra e sotto la cintura ( compresa la zona lombo-sacrale)

-Dolore alla colonna (tratto cervicale, torace anteriore, colonna toracica o lombare). Il coinvolgimento di spalle e gluteo conta per entrambe le parti del corpo. “Parte bassa” è il segmento inferiore.

Dolore alla palpazione digitale su almeno 11 o più dei seguenti tender points:

-Occipitale (2) (inserzione del muscolo omonimo)

-Cervicale (2) (spazi tra i processi traversi di C5-C7)

-Trapezio (2) (nel punto di mezzo del margine superiore)

-Sovraspinoso (2) (inserzione al margine scapolare mediale)

-Seconda articolazione costo-condrale (2) (lateralmente)

-Epicondilo laterale (2) (2 cm distalmente agli epicondili -nel muscolo brachioradiale)

-Gluteo (2) (quadrante supero-esterno, parte anteriore del muscolo)

-Grande troncatere (2) (posteriormente all’apofisi)

-Ginocchio (2) (cuscinetto adiposo mediale prossimale alla rima articolare)

– Rigidità: di solito si verifica rigidità generalizzata o anche locale che è più severa al momento del risveglio e dura tipicamente per ore, come nell’artrite reumatoide attiva. La rigidità può tornare durante periodi di inattività nel corso della giornata

Torna in alto

Riferimenti legislativi sul dolore cronico e terapia del dolore a Roma

La legge 38/2010 riconosce il diritto del paziente a non soffrire a ottenere gratuitamente le cure più adatte per lenire i propri disagi 

Terapia del dolore

  • Santa Caterina della Rosa con la dott.ssa Bertini al numero  0651008952.Oppure chiamare il cup regionale del Lazio 803333 con  impegnativa alla mano per visita per terapia del dolore;
  • Dipartimento scienze neurologiche
    Università degli Studi di Roma “La Sapienza” UOC   BMN07 – MALATTIE NEUROMUSCOLARIResponsabile Prof. Giorgio Cruccu Segreteria tel. 0649914851
    • Ambulatorio del Dolore Neuropatico – tel. 0649914122 (dalle h.9 alle h.11)
    • Servizio EMG – tel. 0649914122

Torna in alto

Centri reumatologici d' Italia

NORD-OVEST EST: Valle d’Aosta – Piemonte – Liguria – Lombardia

  1. Dottoressa Irma Ippolis, specialista reumatologia, responsabile del Laboratorio per la Fibromialgia, Ospedale Valeggio sul Mincio (Verona), tel. 0456338601
  2. Lorenzo Bettoni, Brescia esperto di fibromialgia (FM), sindrome da stanchezza cronica (CFS), sensibilità chimica multipla (MCS); artriti croniche (reumatoide, psoriasica, spondiloartriti); allergie alimentari e respiratorie; osteoporosi; dolore cronico. Sito: https://www.lorenzobettoni.it/ Email: info@lorenzobettoni.it 
  3. Brescia: Ospedali Civili, reparto di Reumatologia, dr. Roberto Gorla 030/95951 gorla@bresciareumatologia.it bresciareumatologia.it
  4. Nicoletta Carlo-Stella Medico internista, specialista in Immunologia, dottore di ricerca (PhD) in Immunogenetica, in particolare sulla CFS (Università di Pavia). Visita a MILANO per diagnosi, diagnosi differenziale e segue nel tempo (follow-up) pazienti ammalati di CFS. Parla italiano, inglese, francese
  5. Cremona Casa di Cura Figlie di S. Camillo, Ambulatorio di Reumatologia, dr. Pierangelo Tenca 0372.421181 tenca@figliedisancamillo.it
  6. Pavia Policlinico S. Matteo, Dipartimento Medicina Interna e Nefrologia, Unità Operativa di Reumatologia, Prof. Montecucco, dr. Caporali centralino: 0382/5011 Per prenotazione visite, anche diagnosi Fibromialgia tel. al CUP: 0382 503878 sanmatteo.orgNORD-EST: Veneto, Trentino Alto Adige, Friuli
  7. Conegliano Veneto (TV) dr. Flavio Badii (spec. in anestesia e terapia del dolore), via Francesco Gera 6 0438/412.914
  8. Pergine Valsugana (TN) Ospedale ‘Villa Rosa’, dr.ssa Nunzia Mazzini (primario Fisiatra) 0461/501513 – 0461/501525 (dal lunedi al venerdi, dalle 9.00 alle 12.00)

CENTRO-NORD: Emilia Romagna, Toscana, Marche, Umbria

  1. Laura Bazzichi Con Day Hospital si occupa di CFS e Sindrome fibromialgica presso l’Unità Operativa di Reumatologia dell’Ospedale Santa Chiara di Pisa. Email: bazzichi@int.med.unipi.it Per appuntamenti presso l’ambulatorio di reumatologia dedicato a Fibromialgia e CFS (U.O. di Reumatologia): – 050/992684 – 992687 (U.O. Reumatologia) – 050/995995 (CUP) Per appuntamenti intra moenia (c/o Casa di cura S. Rossore): 050/586111
  2. Bologna Ospedale Maggiore, Largo Nigrisoli 2 – Reparto di Reumatologia, dr. Massimo Reta, 051/6478649
  3. Reggio Emilia Arcispedale S. Maria Nuova, Reparto di Reumatologia, dr. Bruno Tumiati 0522-296677 informazioni@asmn.re.ithttps://www.asmn.re.it/
  4. Siena Azienda Ospedaliera Universitaria Senese – Policlinico Santa Maria alle Scotte, REPARTO di: Reumatologia, primario prof. Roberto Marcolongo 0577 585858 visita ambulatoriale (prenotabile attraverso il CUP) 0577 586771 – 233393 visita privata 0577 586770 per informazioni
  5. Stiava (LU) dr. Pierlorenzo Franceschi, via della Misericordia 86 – 0584/92503 plfranceschi@tiscalinet.itJesi (AN) Ospedale Augusto Murri, Clinica Reumatologica, prof. Walter Grassi 0731/534132
 

CENTRO-SUD: Lazio, Abruzzo, Molise, Campania e Sardegna

    1. Prof. Mauro Granata, Dirigente medico UOC Medicina Rm1, ambulatorio di Reumatologia, Presidio ospedaliero S. Filippo Neri. Per prenotare una visita ambulatoriale telefonare al 06 68357438. Indirizzo dello studio privato Piazza dell’Alberone 36, Roma tel. 331/1498850 Roma – Email ma.granata@virgilio.it 
    2. Struttura Ospedaliera PubblicaAsl: RM/A – Azienda Policlinico Umberto I00161 Roma (RM) – Viale del Policlinico 155 Tel: 06 49971
    3. Struttura Ospedaliera Pubblica Asl: RM/D – Az.Osp.San Camillo-Forlanini 00149 Roma (RM) – Via Portuense, 332 Reumatologia – Padiglione Maroncelli Ambulatorio 06 58703456 Tel. centralino: 06 58701 Prenotazioni CUP: 803333
    4. Struttura Ospedaliera Pubblica Asl: RM/E – Ospedale Generale Santo Spirito 00193 Roma (RM) – Lungotevere in Saxia, 3 Tel: 06 68352333
    5. Struttura Ospedaliera Pubblica Asl: RM/E- Policlinico A. Gemelli E C.I.C. 00168 Roma (RM) – Largo Agostino Gemelli, 8 Tel: 06 30151
    6. Università Cattolica del Sacro Cuore Divisione di Reumatologia – Istituto di Medicina Interna e Geriatria Complesso Integrato Columbus Direttore Prof. Gianfranco Ferraccioli Indirizzo: Via Moscati 31, 00168 Roma Tel. segreteria 06 3503-654 Fax segreteria 06 3503-523 Email: reumatologia@rm.unicatt.it
    7. Università “La Sapienza” Dipartimento di Clinica e Terapia Medica – Cattedra di Reumatologia Scuola di Spec. in Reumatologia Unità Operativa complessa di Reumatologia Azienda Universitaria Direttore Prof. Guido Valesini Indirizzo: Via Policlinico 155, Roma 00161 Tel. 06 49974631 Fax 06 49974642 Email: valesini@uniroma1.itAmbulatorio prenotazioni 06 49974685 D.H 06 49974669
    8. Università “La Sapienza” II facoltà Dipartimento di Scienze Mediche Scuola di Spec. In Reumatologia Unità Operativa complessa di Reumatologia, Immunologia, Allergologia Azienda Ospedaliera S.Andrea Direttore Prof. Raffaele D’Amelio Indirizzo: Via di Grotterossa 1039, 00189 Roma Tel. 06 33775375 Email: damelio@ospedalesantandrea.it
    9. Università di Roma Tor Vergata Azienda Ospedaliera Universitaria Policlinico Tor Vergata Dipartimento di Medicina Unità Operativa Complessa di Reumatologia Referente di Disciplina Prof. Roberto Perricone Direzione e Segreteria: Tel: 0620900587-0672596285  Fax: 0672596287 E-mail: reumatologia@ptvonline.itperricone@uniroma2.it
    10. Roma d.ssa M.Sole Chimenti specialista in Reumatologia, presso il policlinico Umberto I di Roma, Università degli studi di Roma “La Sapienza” 06/4997.4685 visita ambulatoriale Policlinico Umberto I -Roma – 06/8557820 visita privata – Associazione Medica SRL – via Arbia 27 Roma
    11. Chieti Cattedra Malattie Infettive, Istituto di Fisiopatologia Medica. Ospedale Santissima Annunziata. Prof. Eligio Pizzigallo visita intramoenia segretaria in Ospedale (0871358595)Ambulatorio.Napoli Clinica Universitaria – Facoltà di Medicina del II Ateneo, Reparto di Reumatologia, prof. Gabriele Valentini 081/566.67.35
    12. Raffaele Improta reumatologo ospedale nuovo policnico di Napoli , centro per fibromialgia , nuovo ospedale policnico via panzi 5 , isola 1 , 3°edificio piano, le visite sono su prenotazione ed il numero da contattare è esclusivamente lo 0815666746 dalle 13 alle 14 dal lunedì al sabato.
    13. Matera Ospedale Civile, Servizio di Reumatologia, Dr. Giovanni Ciancio 0835/243262, geppocia@libero.it
    14. UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI FOGGIA DIPARTIMENTO DI SCIENZE MEDICHE E DEL LAVORO SEZIONE DI REUMATOLOGIA SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE IN REUMATOLOGIA Centro di Riferimento Interregionale della rete delle Malattie Rare DIRETTORE: Prof.F.P.CANTATORE Ospedale”Col.D’Avanzo”Viale degli Aviatori 71100Foggia tel.0881-7331707/Fax 0881-733164
    15. UOS DIPARTIMENTALE DI REUMATOLOGIA OSPEDALE SAN GIOVANNI BOSCO ASL NA 1 CENTRO VIA F. M. BRIGANTI 255 NAPOLI Dott. Santi Corsaro Dott. Enrico Tirri Tel 081 254 53 28 / 52 70 E.mail: reumanauno@libero.it
    16. Sicilia consultare reumatologiapalermo.it

se qualche numero o email dovesse essere non attivo, siete pregati di avvertirci, grazie.

Torna in alto