Lunedì 11 Dicembre 2017
  • Sostieni i progetti associativi. Clicca sull'immagine o sul bottone "read more" Read More
  • 1

 Questi consigli e informazioni non sostituiscono il parere medico

Indice

Che cosa è il morbo di Lyme?

E’ una Malattia infettiva causata dalla trasmissione di un batterio e piu’ precisamente dalla spirocheta Borrelia Burgdorferi trasmessa principalmente da una zecca E' una malattia con manifestazioni cutanee precoci e tardive e coinvolgimento del sistema nervoso, cuore, occhi ed articolazioni in modo variabile. La malattia e nota come artrite di Lyme ed e stata scoperta per la prima volta ad Old Lyme, nel Connecticut.La malattia di Lyme viene di solito diagnosticata dal rilievo del quadro clinico caratteristico in associazione alla conferma sierologica. Sebbene gli esami sierologici possano fornire risultati negativi durante le prime settimane di infezione, la maggior parte dei pazienti ha una risposta anticorpale positiva alla B. burgdorferi dopo questo tempo. Il limite dei test sierologici è che non distinguono con esattezza tra infezione attiva e inattiva. I pazienti con una precedente infezione di Lyme particolarmente nei casi che seguono uno stadio tardivo ' spesso rimangono sieropositivi per anni, anche in caso di adeguato trattamento antibiotico. Inoltre, alcuni pazienti sono sieropositivi a causa di un'infezione asintomatica. Se questi individui successivamente sviluppano un'altra infezione, i test sierologici per la malattia di Lyme possono creare confusione nella diagnosi. D'altra parte, i pochi pazienti che ricevono un trattamento antibiotico inadeguato durante le prime settimane di infezione possono sviluppare lievi sintomi articolari o neurologici pur essendo sieronegativi.

 Torna in alto  

 

Sindrome da fatica cronica e fibromialgia conseguenti al Lyme 

Nell’infezione tardiva il problema piu comune nella diagnosi è confondere la malattia di Lyme con la sindrome da fatica cronica o la fibromialgia. Questa difficoltà è dovuta al fatto che una piccola percentuale di pazienti in effetti sviluppano dolore cronico o la sindrome di affaticamento in associazione con o subito dopo la malattia di Lyme. Confrontando con la malattia di Lyme la sindrome da fatica cronica o la fibromialgia tendono a produrre sintomi piu generalizzati e disabilitanti, comprendenti notevole fatica, forte mal di testa, dolore muscoloscheletrico diffuso, punti dolorosi multipli simmetrici in siti caratteristici, dolore e rigidita in molte articolazioni, disestesia diffusa, difficolta di concentrazione e disturbi del sonno. I pazienti con la sindrome da fatica cronica o con la fibromialgia non presentano evidenza di infiammazione articolare; hanno risultati normali nei test neurologici; ed hanno un grado maggiore di ansieta e depressione rispetto ai pazienti con neuroborreliosi cronica. (Harrison's, Principles of Internal Medicine, 15 th Edition McGraw-Hill. . Nei pazienti che sviluppano la sindrome a fatica cronica o fibromialgia dopo la malattia di Lyme tardiva, una ulteriore terapia antibiotica potrebbe non portare beneficio.

Maggiori informazioni, cliccando sui link sotto:

 Torna in alto  

 

Marcatori innovativi.

Parlando di difficoltà diagnostica vorrei informare della possibilità di utilizzare due marcatori innovativi, Uno è utilizzato all’ estero e si chiama LTT TEST, l'altro è il CXCL13 che appare essere utile in casi clinici atipici e, in particolare, negli stadi iniziali della malattia quando l’indice anticorpale per Borrelia burgdorferi è ( ancora ) negativo. ( Schmidt C et al, Neurology 2011; 76: 1051-1058 Xagena2011 ). Con la associazione M.A.R.A.ci siamo molti interessati al LTT test con questo test si osserva se i linfociti del pazienti con borrellia si moltiplicano lentamente o velocemente, se si moltiplicano velocemente è presente la borrellia, se al contrario invece l' infezione è assente. Da un anno a questa parte ci siamo resi conto che molti nostri associati affetti da sindrome da fatica cronica e encefalomielite mialgica e/o fibromialgia hanno avuto dopo anni di calvario una diagnosi di neuroborelliosi tardiva presso i centri esteri e italiani e che con la somministrazione di antibiotici per via endovenosa hanno avuto un notevole miglioramento della sintomatologia. Cosi ci siamo organizzati affinchè anche in italia fosse stato possibile fare questo test. Grazie al supporto di un laboratorio italiano ad oggi è possibile effettuare un prelievo di sangue per spedire il campione presso un laboratorio estero specializzato in infettivologia che ha riservato per gli associati M.A.R.A una scontistica particolare . E' possibile essere poi seguiti dal Centro di riferimento ospedaliero sovra regionale del Lyme di Trieste.

Scarica il pdf scientifico sul LTT TEST

Scarica il pdf scientifico su EliSpot established in inglese

 Torna in alto  

 

Quali sono i segni e sintomi?  

Le manifestazioni cliniche della malattia di Lyme sono suddivise in precoci e tardive. A loro volta le manifestazioni precoci sono classificate in localizzate e disseminate. I pazienti non trattati possono progressivamente sviluppare sintomi clinici di ogni stadio della malattia, o possono presentarsi con una forma precoce disseminata o con la forma tardiva senza apparentemente avere avuto alcun sintomo delle manifestazioni precoci. (Nelson, Textbook of Pediatrics, XVI Edition, Saunders).

 Torna in alto  

 

INFEZIONE PRECOCE: STADIO I (INFEZIONE LOCALIZZATA).

La prima manifestazione clinica della malattia di Lyme e il tipico rush anulare, detto eritema migrante. (Nelson, Textbook of Pediatrics, XVI Edition, Saunders).Dopo un periodo di incubazione variabile tra i 3 ed i 32 giorni l'eritema migrante, che si manifesta nel sito della puntura della zecca, di solito comincia come una macula rossa o una papula che tende lentamente ad espandersi formando una larga lesione anulare, spesso con un margine rosso vivo ed una zona centrale chiara. A causa delle piccole dimensioni delle zecche, la maggior parte dei pazienti non ricorda la precedente puntura. Il centro della lesione talvolta diventa intensamente eritematoso e indurito, vescicolare o necrotico. In altri casi, la lesione in espansione rimane piana, di un rosso intenso; diverse lesioni anulari possono trovarsi all'interno di un anello esterno, oppure l'area centrale vira al blu prima che la lesione scompaia. Sebbene l'eritema migrante possa manifestarsi ovunque, le zone piu comuni sono le cosce, l'inguine, le ascelle. La lesione e calda ma non spesso dolorosa. Circa un 25% dei pazienti non manifesta le caratteristiche manifestazioni cutanee.(Harrison's, Principles of Internal Medicine, 15 th Edition McGraw-Hill)

INFEZIONE PRECOCE: STADIO 2 (INFEZIONE DISSEMINATA)

Entro qualche settimana dopo l'esordio dell'eritema migrante, l'organismo spesso diffonde per via ematogena in molte zone. In questi casi i pazienti frequentemente sviluppano lesioni cutanee anulari secondarie simili alle lesioni iniziali. L'interessamento cutaneo e di solito accompagnato da una forte rigidita del collo, febbre, brividi, dolore muscoloscheletrico migrante, artralgie e profondo malessere e astenia. Manifestazioni meno comuni includono linfoadenopatia generalizzata o splenomegalia, epatite, mal di gola, tosse non produttiva, congiuntivite, irite, tumefazione testicolare. Eccetto che per l'astenia e la letargia, che sono spesso costanti, i segni precoci ed i sintomi della malattia di Lyme sono tipicamente intermittenti e variabili. Anche in pazienti non trattati, i sintomi precoci di solito divengono meno severi o scompaiono entro alcune settimane. (Harrison's, Principles of Internal Medicine, 15 th Edition McGraw-Hill)

  1. Sistema nervoso Sintomi che indicano irritazione meningea possono svilupparsi precocemente nella malattia di Lyme quando e presente l'eritema migrante, ma di solito non sono associati a pleocitosi del liquido cerebrospinale (CSF) o ad un oggettivo deficit neurologico. Dopo diverse settimane o mesi, circa il 15% dei pazienti non trattati sviluppa alterazioni neurologiche franche, comprendenti meningite, tenui segni encefalitici, infiammazione dei nervi cranici (comprendente paralisi facciale bilaterale), radiculoneuropatia motoria e sensitiva, mononeuriti multiple, o mieliti ' isolate o in varie associazioni. Negli Stati Uniti, lo spettro di manifestazioni abituali consiste in sintomi incostanti di meningite accompagnati da paralisi facciale e radiculoneuropatia periferica. Nel liquido cerebrospinale si rileva pleocitosi (circa 100 cellule per microlitro), spesso insieme con aumentati livelli proteici e una concentrazione di glucosio normale o leggermente aumentata. (Harrison's, Principles of Internal Medicine, 15 th Edition McGraw-Hill) La paralisi del nervo cranico facciale (VII) e relativamente comune nei bambini e puo essere l'iniziale o anche l'unica manifestazione della malattia di Lyme. La paralisi di solito dura 2-8 settimane e risolve spontaneamente nella maggior parte dei casi. Non c'e evidenza che il decorso clinico della paralisi del nervo faciale sia influenzata dalla terapia antibiotica. (Nelson, Textbook of Pediatrics, XVI Edition, Saunders).In Europa e in Asia, il primo segno neurologico e tipicamente il dolore radicolare, seguito dallo sviluppo di pleocitosi del liquido cerebrospinale (denominata Sindrome di Bannwarth), ma i segni meningei ed encefalitici sono frequentemente assenti. Queste alterazioni neurologiche precoci di solito si risolvono completamene entro mesi, ma in seguito possono verificarsi disturbi neurologici cronici.(Harrison's, Principles of Internal Medicine, 15 th Edition McGraw-Hill)
  2. Cuore .Entro alcune settimane dopo l'esordio della malattia, circa l'8% dei pazienti manifesta interessamento cardiaco. L'alterazione piu comune e un grado variabile di blocco atrioventricolare (primo grado, Wenckebach, o blocco cardiaco completo). Alcuni pazienti hanno un interessamento cardiaco piu diffuso, comprese alterazioni elettrocardiografiche indici di miopericardite acuta, disfunzione ventricolare sinistra evidente alla scintigrafia con radionuclide, o (in rari casi) cardiomegalia o pancardite. L'interessamento cardiaco di solito perdura solo per poche settimane, ma puo recidivare. La cardiomiopatia cronica causata dalla B.burgdorferi e stata riferita in Europa. (Harrison's, Principles of Internal Medicine, 15 th Edition McGraw-Hill)
  3. Apparato muscolo-scheletrico. In questo stadio e comune il dolore muscoloscheletrico. Il quadro tipico consiste in dolore migrante alle articolazioni, tendini, muscoli o ossa (di solito senza tumefazione articolare) che dura per ore o giorni e colpisce una o due localizzazioni alla volta. (Harrison's, Principles of Internal Medicine, 15 th Edition McGraw-Hill)
  4. Occhi. La borreliosi di Lyme precoce e talvolta accompagnata da congiuntivite. Sono stati riportati paralisi del nervo motore oculare e casi isolati di irite, iridociclite, coroidite, neurite del nervo ottico, neuropatia ischemica del nervo ottico e papilledema.(Fitzpatrick's, Dermatology in General Medicine, Fifth Edition)

INFEZIONE TARDIVA: STADIO 3 (INFEZIONE PERSISTENTE).

  1. Articolazioni. Mesi dopo l'esordio dell'infezione, circa il 60% dei pazienti negli Stati Uniti che non hanno ricevuto un trattamento antibiotico manifestano artrite franca. Il quadro tipico comprende attacchi intermittenti di artrite oligoarticolare alle grosse articolazioni (specialmente alle ginocchia), che durano da settimane a mesi nelle articolazioni colpite. Possono essere colpite anche le piccole articolazioni e le zone periarticolari, soprattutto durante gli attacchi precoci. Il numero di pazienti che continua ad avere attacchi ricorrenti diminuisce ogni anno. Tuttavia, in una piccola percentuale di casi, l'interessamento delle grosse articolazioni (di solito una o entrambe le ginocchia) diviene cronica e puo portare all'erosione di cartilagini e ossa. Questi pazienti hanno una frequenza piu alta della classe II del complesso maggiore di istocompatibilita degli alleli associati all'artrite reumatoide rispetto ai pazienti con recente insorgenza di artrite di Lyme o ai soggetti normali di controllo. Inoltre essi possono avere artrite persistente per mesi o anche diversi anni dopo l'apparente eradicazione della spirocheta dalle articolazioni con l'antibioticoterapia. In questi individui geneticamente predisposti, si possono sviluppare fenomeni autoimmuni entro l'ambiente proinfiammatorio dell'articolazione a causa del mimetismo molecolare tra l'epitopo dominante delle cellule T di Osp-A e l'antigene umano linfocitario hLFA-1. Il numero delle cellule della linea bianca nel fluido articolare varia tra 500 a 110,000/microlitro (in media 25,000/microlitro); la maggior parte di queste cellule sono linfociti polimorfonucleati.I test per il fattore reumatoide o per gli anticorpi antinucleo di solito danno risultati negativi. L'esame bioptico di campioni di sinovia rileva depositi di fibrina, ipertrofia villosa, proliferazione vascolare, lesioni microangiopatiche, ed un'intensa infiltrazione di linfociti e plasmacellule. (Harrison's, Principles of Internal Medicine, 15 th Edition McGraw-Hill)
  2. Sistema nervoso. Sebbene meno comune, l'interessamento neurologico cronico puo manifestarsi dopo mesi o anni dall'infezione, talvolta dopo lunghi periodi di infezione latente. La forma piu comune di interessamento cronico del sistema nervoso centrale e una lieve encefalopatia che provoca disturbi della memoria, dell'umore, del sonno ed e spesso accompagnata da polineuropatia assonale che puo manifestarsi sia come parestesie distali che come dolore spinale radicolare. I pazienti con encefalopatia frequentemente manifestano disturbi della memoria nei test neuropsicologici e risultati alterati nelle analisi del liquido cerebrospinale. Nei casi con polineuropatia, l'elettromiografia generalmente mostra ampie alterazioni dei segmenti dei nervi prossimali e distali. L'encefalomielite o leucoencefalite, rare manifestazioni della borreliosi di Lyme, riferite principalmente in Europa, sono gravi disordini neurologici che possono comportare paraparesi spastica, vescica neurogena, e lesioni alla sostanza bianca periventricolare. (Harrison's, Principles of Internal Medicine, 15 th Edition McGraw-Hill)
  3. Cute. L'acrodermatite cronica atrofica, la manifestazione cutanea tardiva del disturbo, e stata associata primariamente con l'infezione da B. afzelii in Europa ed in Asia. E' stata osservata principalmente in donne anziane. Le lesioni cutanee, che di solito si rilevano sulla superficie acrale di un braccio o di una gamba, cominciano insidiosamente con un'alterata pigmentazione rosso-violacea; queste poi divengono sclerotiche o atrofiche in un periodo di anni. (Harrison's, Principles of Internal Medicine, 15 th Edition McGraw-Hill)

Diagnosi. Per le analisi sierologiche il Centro per la Prevenzione raccomanda un approccio in due livelli in cui i campioni sono dapprima testati tramite il test ELISA, ed i risultati ambigui o positivi sono quindi testati con il western blotting. Poiche i test sierologici non distinguono tra infezione attiva ed inattiva, si stanno ricercando test che indagano direttamente la spirocheta. La B.burgdorferi puo essere coltivata dalle lesioni cutanee dei pazienti affetti, ma la sua coltura da altri siti e a bassa percentuale di crescita. L'indagine del DNA della spirocheta tramite la PCR puo sostituire la coltura in caso di artrite di Lyme. (Harrison's, Principles of Internal Medicine, 15 th Edition McGraw-Hill). 

 Torna in alto  

  

Come effettuare LTT test usufruendo della convenzione destinata agli iscritti Mara? L' iscrizione al nostro gruppo non comporta nessun obbligo e avviene tramite  compilazione di modulo on line presente sul nostro sito dove è possibile prendere visione di tutta l'informativa. La partecipazione come volontari attivi è frutto di una scelta personale. Qualsiasi donazione a favore dei progetti sociali è volontaria.

Per effettuare l' esame Richiedere il kit tramite email indirizzata a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  specificando quali esami si intende effettuare.

  • Pagamento del totale esami + spedizione.
  • Invio della copia del pagamento (per accelerare la spedizione del kit).
  • Reperimento campioni ematici nelle modalità e quantità richieste ( vedere allegato specifico).
  • Spedizione del kit presso il laboratorio ARMINLABS ,seguendo le istruzioni contenute all’interno del kit, mediante lettera di vettura precompilata.
  • Gli esiti degli esami saranno inviati dal laboratorio Valsambro.

 L’ associazione non si assume alcuna responsabilità del rapporto che si viene ad instaurare fra paziente e laboratorio/i. Queste informazioni sono puramente informative.

In cosa consiste la Terapia? 

Le varie manifestazioni della malattia di Lyme possono essere di solito trattate efficacemente con la somministrazione orale di antibiotici; le eccezioni sono oggettive alterazioni neurologiche ed un blocco atrioventricolare di terzo grado, per i quali sembra essere necessaria la terapia endovenosa. Per la malattia di Lyme precoce, la doxiciclina e efficace negli uomini e nelle donne non in gravidanza. Un vantaggio di questo regime terapeutico e che e efficace anche contro gli agenti della ehrlichiosi granulocitica umana, che e trasmessa dalla stessa zecca che propaga l'agente della malattia di Lyme. Amoxicillina, cefuroxima, ed eritromicina o simili rappresentano la seconda, terza, quarta scelta rispettivamente.Nei bambini l'amoxicillina e efficace (non piu di 2g/d); in caso di allergia alla penicillina possono essere usati cefuroxima o eritromicina. Per i pazienti con infezione localizzata alla pelle, una terapia di 20 giorni e generalmente sufficiente; invece per pazienti con infezione disseminata si raccomanda una terapia di almeno 30 giorni. Questi regimi di antibiotico orale, quando somministrati per un periodo da 30 a 60 giorni, sono efficaci per il trattamento dell'artrite di Lyme. Tuttavia, la risposta alla terapia orale puo essere piu lenta rispetto a quella endovenosa. Nella piccola percentuale di pazienti con artrite in cui i sintomi artritici persistono per mesi o anche anni dopo l'apparente eradicazione della spirocheta dalle articolazioni con la terapia antibiotica, puo essere utile il trattamento con agenti anti-infiammatori o la sinoviectomia.Per alterazioni neurologiche oggettive (con la possibile eccezione della sola paralisi facciale), sembra essere necessaria la terapia antibiotica per via parenterale. Il ceftriaxone endovena, somministrato per 4 settimane, e il farmaco piu usato in questo caso, ma possono essere efficaci anche la cefotaxima e la penicillina G endovena assunti per un tempo analogo

Dove recarsi la diagnosi e la terapia?

Momentaneamente il Cup per le prenotazioni delle visite presso il centro sovra regionale di Trieste è bloccato a causa di un cambio dei medici responsabili del Lyme e della dirigenza ospedaliera. Non appena avremo maggiori informazioni, verranno inserite e avviseremo tutti gli iscritti via email.

 Torna in alto  

 

seguici su Fb
guarda i nostri video