Sabato 18 Novembre 2017
  • Sostieni i progetti associativi. Clicca sull'immagine o sul bottone "read more" Read More
  • 1
  • 1

Riconoscimento, aggravamento e possibile azione risarcitiva per le malattie rare


Prima fase:
Visita del paziente con la commissione del Inps. Molte patologie rare fra cui quelle ambientali non sono inserite ancora nell'elenco ministeriale e neanche nelle “Tabellazioni” medico legali. Per questo motivo è bene dotarsi di una congrua documentazione, presentando referti clinici e diagnosi di ospedali pubblici che dimostrino cause, concause e conseguenze della patologia; chiedendo il riconoscimento dell‟invalidità totale per la Legge 104/92 , art.3 comma 3.
Durante la visita di accertamento è possibile anche farsi assistere (a proprie spese) da un medico di fiducia.


Seconda fase:
Se tale invalidità non viene riconosciuta, si ricorre chiedendo un ATP (Accertamento Tecnico Preventivo), in sede giudiziale. Tale procedura consente la presentazione di tutta la documentazione attestante il danno complessivo tramite relazioni medico legali che attestino tutta la certificazione della malattia comprensivi di danno funzionale e danni neurocognitivi‟ (deficit nella memoria, attenzione, capacità di concentrazione, ecc.), all‟Inps con la certezza di un suo esame da parte del CTU (Consulente Tecnico d‟Ufficio, nominato dal giudice). Tale procedure deve avvalersi dell’apporto di un legale e degli specialisti di parte nominati dal paziente, si svolge in un’unica udienza davanti alle parti ed è di durata sensibilmente inferiore rispetto ad una causa ordinaria: da 6 mesi a due anni, secondo la grandezza della sede giudiziaria (più piccola è, più veloci si va).
In tale sede può essere presente anche il medico nominato dall‟INPS, ma deve attenersi agli stessi comportamenti della parte richiedente il provvedimento. In altri termini, rispetto a quando si va di fronte alla Commissione INPS, in questo caso il medico INPS non ha la discrezionalità che gli consente di accettare o no la documentazione presentata dal paziente e dunque di poter minimizzare i danni richiesti e questo è il vantaggio principale dell‟ATP.


COSTI
I Fase: visita con la commissione del Inps dove viene presa in esame tutta la documentazione clinica dei centri ospedalieri pubblici. Nessun Costo: in quanto le certificazioni possono essere rilasciate dopo visite e accertamenti effettuati con ticket sotto Servizio Sanitario Nazionale.


II Fase: E necessario produrre una più accurata documentazione, per l'aggravamento è sufficiente la richiesta del proprio medico, allegando anche la relazione del danno funzionale con quella neurocognitiva corredata con l'secuzione di alcuni test specifici. E' indispensabile –ai fini della maggior possibilità di esito positivo -, l'assistenza del medico specialista in queste patologie. Lo studio neurocognitivo dovrà essere ampliato con lutilizzo di altri esami testistici. La pratica deve essere istruita e seguita dal legale.


- Assistenza legale: costi da valutare secondo l’entità del risarcimento richiesto o con gratuito patrocinio in caso do reddito basso;
- Assistenza specialistica medica e neuropsicologica: costi da valutare secondo la complessità del caso, da valutare prima della presentazione della richiesta di ATP. Per la parte neurocognitiva si utilizza anche la documentazione eventualmente già prodotta, quindi con una riduzione complessiva del costo per tale parte.


Il costo per lo studio del danno neurocognitivo da presentare come aggravamento in sede INPS per gli iscritti MARA da parte del prof. Castellani è di 510 € tutto compreso: somministrazione test e Relazione.
Come alle volte accade, è il prof. Castellani stesso ad andare in sede del paziente se questi è impossibilitato a muoversi . In tal caso, bisogna che la località sia raggiungibile con le Frecce ed il costo aggiuntivo è in funzione del rimborso spese di viaggio e della durata della trasferta, calcolabile di volta in volta.


- Per qualsiasi richiesta di chiarimento rispetto la parte neuro-cognitiva telefonare o inviare una email al prof.dott. Giuseppe Castellani : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. tel. 328/8144474- ;PEC: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.; sito web www.giuseppecastellani.it  ; Studio : via Leonardo da Vinci,11 - Firenze


Prof. Dott. Giuseppe Castellani
PSICOLOGO
SPECIALISTA IN PSICOTERAPIA
C.T.U. Tribunale di Firenze
Docente di Psicodiagnostica alla Scuola di Specializzazione in Psicoterapia „Erich Fromm‟-Prato
Docente di Neuropsicologia e Psicologia Forense Polo Psicodinamiche - Prato
Già Consulente del Consultorio Psicologico
del Dipartimento Militare di Medicina Legale di Firenze
Socio Ordinario della Scuola Romana Rorschach
e della Società Internazionale Rorschach
Socio della Società Medico Odontoiatrica Legale Toscana-SMOLT Via G. Giusti, 24 Firenze


 

Notizie utili e lavori eseguiti 

  • Danno esistenziale: per leggere, clicca qui
  • Un raro caso di sensibilità chimica multipla: per leggere, clicca qui
  • Sentenza: per leggere, clicca qui
  • Disturbo del comportamento: per leggere, clicca qui
  • Lavoro Gennaio 2013: per leggere, clicca qui
  • Esempio SCM neuropsicologico: per leggere, clicca qui
  • Tabella A 1981: per leggere, clicca qui

L’ associazione non si assume alcuna responsabilità del rapporto fra specialista e associato.

 

seguici su Fb
guarda i nostri video